la tutela dei minori nelle separazioni conflittuali

Come ho già accennato in altre pagine, i contenuti dei singoli articoli pubblicati nel Blog della Famiglia Piselli o i più approfonditi argomenti dei libri, rappresentano già un confronto utile per quei genitori che stanno vivendo una difficoltà nel rapporto di coppia ormai conflittuale, per questo invito sempre a leggere prima i titoli di interesse per poi contattarmi per una eventuale consulenza personale.

Naturalmente sarò felice di accogliere coloro che necessitano della mia professionalità e dell’esperienza della Famiglia Piselli per sostenerli tramite l’ascolto pedagogico del loro problema, soprattutto ove i figli minori  sono direttamente coinvolti nelle schermaglie dei genitori in fase conflittuale oppure di fronte ad una imminente separazione o purtroppo già pienamente immersi nella guerra del divorzio.

Ho già scritto un articolo che accenna alla situazione dei minori coinvolti nella separazione dei genitori (leggi) i quali vivono queste lunghe fasi prima, durante e dopo la separazione come un trauma verso cui prestare la massima attenzione.

Tutelare i bambini e i ragazzi contro le complicanze emotive e psicologiche che si sviluppano dal comportamento dei genitori, individualmente e di coppia, durante le loro belligeranti discussioni significa adottare una ampia serie di misure di contenimento sia nei confronti degli adulti che in favore dei bambini e degli adolescenti.

Molte volte come C.T.P. ho sostenuto una parte nel corso delle procedure legali di affidamento prevalente ed esclusivo dei figli e, proprio collaborando alla stesura dei termini di visita e di affidamento, ho sempre strutturato la consulenza coinvolgendo tutte le parti alla reciproca collaborazione per offrire ai propri figli il più elevato indice di tutela del loro sereno processo evolutivo che infatti è, e sarà, condizionato dalla “distruzione” della famiglia.

Non ho mai amato osservare dei genitori durante il monitoraggio assistito oppure costretti a chiamare i Carabinieri per far rispettare il dispositivo di un Tribunale, come mai ho apprezzato vedere i figli essere trattati come una sorta di strumento conflittuale nella lunga guerra fra i genitori, non sempre maturi abbastanza per comprendere i rischi patiti dai loro stessi figli.

Per questo l’accoglienza delle coppie in fase di separazione conflittuale è da parte mia indirizzata soprattutto verso una gestione extra-giudiziale, per tutelare i figli anche da quell’ingerente ma opportuno percorso di monitoraggio disposto dal Tribunale che il conflitto dei genitori ed il ricorso (ai tanti ricorsi giudiziari) sviluppa.

Nel corso degli anni di esperienza professionale il sostegno ai minori “vittime” della separazione conflittuale dei loro genitori ha rappresentato una delle attività primarie dello Studio Pedagogico Moi Piselli, motivo per cui il mio primo suggerimento è quello (ove possibile) di uscire dai circuiti legulei e giudiziari, questo naturalmente nel pieno rispetto della professionalità degli avvocati, coi alcuni dei quali collaboro come C.T.P. ma il ricorso ai tribunali contiene anche il rischio di sottoporre i figli alle C.T.U. ed a quel monitoraggio da parte dei servizi sociali, non sempre giustificato se non proprio dalla belligerante situazione fra i genitori che usano gli strumenti di legge come armi che spesso hanno un effetto boomerang.

Sara_Moi_Piselli_pedagogista

torna alla home page

 

Una risposta a "la tutela dei minori nelle separazioni conflittuali"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...