quella debole maschia forza che uccide la donna…

Ancora una donna, ancora una morta, ancora una donna uccisa morta per mano di un uomo debole, capace solo di uccidere.

Quante ancora saranno le donne da uccidere e quanti ancora gli uomini incapaci di tollerare una frustrazione, un distacco, un no, reagiranno col dare la morte d’impeto, di rivalsa, di rancore, di odio.

Quando questa società aprirà gli occhi su un fenomeno tanto diffuso quanto sottovalutato, relegato al reato passionale ove nessuna passione può classificare un reato.

E’ un fenomeno trasversale perchè “la maschia” che uccide non è un delinquente abituale oppure un soggetto sempre e comunque ricollegabile ad un ambiente malavitoso, al contrario coloro poi identificati come gli autori sono spesso i compagni delle donne uccise, uomini del tutto ordinari che di fronte alla propria intolleranza agiscono il modo più semplice per risolvere un problema, uccidono.

Questo deve stimolare una profonda analisi culturale e non solo criminologica, perchè sono persone che incontriamo tutti i giorni, amici, colleghi o il cretino di turno che ci fischia dietro, banali uomini che non sanno gestire una relazione se non tramite il possesso.

Occorre anche da parte di noi donne porci in discussione, considerare come stiamo crescendo i nostri figli maschi, valutare la qualità delle relazioni che allacciamo, perchè chi uccide lo conosciamo e chi muore ci appartiene; altrimenti rischiamo di restare donne passive che possono solo piangere la morte di un’altra donna, quando e se il corpo sarà ritrovato…

Sara Moi Piselli, pedagogista


e.mail: sara.piselli@lafamigliapiselli.com

Facebook: (vai all’account)


Nota per i lettori: il Blog della Famiglia Piselli è un prodotto delle attività letterarie, tutelato dalle normative vigenti in materia di diritti di autore. I lettori sono autorizzati a copiare l’articolo e a ri-pubblicarlo altrove con la preghiera di non farne oggetto di lucro, di non cambiarne il significato e la struttura originale e di citare cortesemente la fonte.


torna alla home page del Blog

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: