il maggio pedagogico dedicato ai genitori

C’è ancora molta resistenza da parte dei genitori nel chiedere aiuto ad una pedagogista o più semplicemente confrontarsi con chi, temono che, possa porli di fronte alle proprie debolezze genitoriali.

Per questo ricordo a chi legge che la pedagogista non esprime mai un giudizio o una valutazione sulla personalità dei propri assistiti.

Mai infatti nel mio lavoro desidero giungere ad un giudizio di sorta se non al riconoscimento di una difficoltà, da superare con le sole risorse che i genitori posseggono ma che non sanno riconoscere, esprimere e concretizzare.

Il mio lavoro è quindi offrire un confronto ed applicare un metodo pedagogico idoneo per estrarre quelle risorse e per “formare” i genitori alla loro migliore applicazione, nel rispetto delle singole personalità di tutti i componenti del nucleo familiare.

Questo senza somministrare dei test o dei questionari ma col solo “guardarci in faccia” o parlare al telefono e tramite tutti i sistemi multimediali e video che la rete ci consente di utilizzare.

Ho per queste ragioni sviluppato il piccolo progetto del “maggio pedagogico” ovvero un mese di confronti, di pareri, di consigli o una maggiore consulenza in favore di quei genitori che desiderano ricevere tutto il sostegno possibile per migliorare le proprie competenze genitoriali o apprendere quei consigli utili a superare il piccolo disagio o la maggiore difficoltà.

Per tutto il mese di maggio quindi i genitori hanno a disposizione lo Studio Pedagogico Moi Piselli sia on line che sul territorio, per affrontare ogni dubbio o curiosità sulle dinamiche dei propri figli, per chiedere e ricevere dei consigli e tutto il confronto professionale di cui sono capace, coadiuvata come sempre dal buon marito e collega Fabio, oltre alla esperienza di madre di tre bambini ancora piccoli.

I genitori insieme o il padre e la madre da soli, possono rivolgermi tutti i quesiti che desiderano, la cui risposta darò nei tempi più brevi ove non immediati.

Di seguito elenco quelle che sono le maggiori voci di interesse da parte dei genitori dei bambini dagli zero ai dieci anni:

  • Mio figlio\a piange e non so come farlo smettere
  • Mio figlio\a non mangia e non so come fare
  • Mio figlio\a non mi ascolta e disobbedisce spesso
  • Mio figlio\a fa spesso i capricci e mi imbestialisce
  • Mio figlio\a ha dei tic e ripete suoni e movimenti che mi fanno arrabbiare
  • Mio figlio\a è geloso del fratellino e lo picchia spesso
  • Mio figlio\a è grandino ma ancora non parla e non cammina
  • Mio figlio\a è sempre triste e non esprime interessi
  • Mio figlio\a è già grandino ma si fa ancora la pipì o la cacca addosso
  • Mio figlio\a mi sta sempre attaccato e non riesco a far nulla
  • Mio figlio\a ruba i soldi in casa, commette spesso dei danni e prende tante note a scuola, temo che possa subire delle vessazioni
  • Cosa significa genitore anaffettivo e quali conseguenze hanno i figli
  • Cosa significa “espressione delle emozioni dei bambini”
  • Vorrei imparare a gestire la mia rabbia di fronte ai capricci dei figli
  • Vorrei coinvolgere mio marito nei giochi coi figli
  • Sono una madre single e vorrei riuscire a dare il meglio di me ai figli
  • Sono separato\a e vorrei risposarmi ma mio figlio\a è geloso
  • Sono un padre separato e non riesco a creare un rapporto coi miei figli
  • Siamo due genitori che non riusciamo più ad avere un momento di intimità e non sappiamo come “staccare” i figli

Naturalmente questi sono i quesiti più abituali e facilmente risolvibili, resto quindi a vostra completa disposizione per ogni altra richiesta di confronto, anche per quelle difficoltà maggiori o per dei precisi problemi da affrontare che richiedono tutta la professionalità di cui sono capace.

I genitori interessati a partecipare al maggio pedagogico, oppure i nonni che desiderano regalare ai propri figli, generi e nuore, questa opportunità di confronto, possono contattarmi tramite i normali recapiti indicati nel biglietto da visita oppure col seguente modulo per ricevere tutte le informazioni sui modi e sui tempi di erogazione del servizio che non ha limiti di tempo o di orario, oltre a conoscere il metodo di pagamento della quota di accesso al progetto pari ad Euro venti (20,oo) Iva inclusa, grazie alla quale l’utente può contattarmi quando lo desidera per tutto il mese di maggio.

 

Sara_Moi_Piselli_pedagogista

 

 

 


torna alla home page

  1. […] E’ possibile perciò ottenere un risultato maggiore con lo stesso investimento, che necessita della qualità individuale e non solo delle eventuali competenze genitoriali che un padre può anche apprendere col tempo e, magari, confrontandosi con una pedagogista che nel mese di maggio ha sviluppato un buon progetto in tal senso, mi si permetta questa promozione del “maggio pedagogico“. […]

    Mi piace

    Rispondi

  2. […] aperte le iscrizioni al progetto MAGGIO PEDAGOGICO (leggi) per tutti coloro che desiderano regalarsi o regalare un confronto ed un sostegno ai genitori (sia […]

    Piace a 1 persona

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: