spiegare gli equilibri della politica italiana ad una collega norvegese…

Chi comanda in Italia al momento? Mi chiede una collega norvegese che nel nostro paese ha vissuto per qualche anno.

Non ho trovato una risposta semplice o immediata, in realtà il quesito mi circuita per la mente da qualche ora e spero di poter dormire stanotte, senza svegliarmi domani col solito teatrino italiano delle alleanze di salvataggio di un paese alle deriva, profugo di se stesso, circondato dai tanti partiti della solidarietà nazionale che come la storia ci insegna faranno del gommone Italia il proprio transatlantico.

Noi, miseri cambusieri di bordo, non faremo altro che servire il lauto pranzo ai tanti se-dicenti salvatori della Patria che, probabilmente, domani 25 aprile saranno tutti partigiani per tornare ad essere degli artigiani nei loro partiti, il giorno dopo.

Cosa posso mai rispondere, a chi vive in uno stato come la Norvegia in cui la collettività ha un rispetto sociale degno di una società di rispetto e, non, di una onorata società come la nostra che ha fatto di molti onorevoli dei politici nominati, in stile selezione della sagra del riso alla pilota, che pretendono il rispetto del voto popolare di un popolo che non li ha mai votati.

Osservo i nuovi planetari politici che hanno fatto della mappa delle stelle una nuova via lattea, in cui però danno ospitalità ai vecchi partiti del disastro che, come nuovi Globuli di Bok, formeranno un collasso gravitazionale tale da sviluppare la nuova galassia Italia, nella quale tutti i soliti politici splenderanno di vittoria e forse rimarranno in cinque a contar le pure stelle nate spontaneamente ma rese nubi oscure.

Che racconto, ad una cara collega norvegese che ben conosceva l’Italia di Silvio come ardente ed ardito amante della Patria, lo stesso Silvio ora accompagnato dai suoi giovani badanti, legati insieme dalla prima stella a destra, quella che in tutti i bar indica la toilette.

A proposito, potrei usar le stelle come una apprendista cartomante e magari riesco anche a far passare il nostro paese sotto l’influsso negativo della costellazione di una Auriga democratica che vuol rendere tutti uguali, cittadini vittime di una politica omologata ad una nozione di sistema, che trasforma dei mediocri in capi per comandare chi difende una similitudine di intenti e non vorrebbe mai essere uguale a chi, nel Transatlantico parlamentare, lo rappresenta solo per essere stato ripescato da uno Stato alla deriva…

Blog_Famiglia_Piselli_Sara_2014

dott.ssa Sara Moi Piselli, pedagogista


Nota per il lettore: sei autorizzato a ri-pubblicare questo articolo nel tuo o in altri siti web oppure sulle piattaforme sociali, con la preghiera di non cambiarne la struttura ed il significato, di non farne oggetto di lucro e di citare cortesemente la fonte. 

Se desideri commentarlo puoi usare lo spazio dedicato, naturalmente nel rispetto degli argomenti trattati e della sensibilità dei lettori. Mi permetto solo di verificare i commenti prima di approvarli per prevenire lo spam e la pubblicità ma non adotto nessuna forma di censura sui contenuti che vorrai esprimere.


 

  1. impresa quasi impossibile

    Mi piace

    Rispondi

  2. scusa ho sbagliato prendendo un membro dell’altra casta :-), in realtà quello che ho sentito in una trasmissione radiofonica era un giudice della corte costituzionale.

    Mi piace

    Rispondi

  3. Magari ti tocca pure spiegarle che in Italia se perdi o non trovi lavoro e non hai la famiglia che ti sostiene è un problema e che qualche magistrato giudica incostituzionale che qualche politico, o meglio pecora nera :-), proponga che i politici prendano un po’ meno.

    Mi piace

    Rispondi

    1. il nostro Stato non aiuta le famiglie….

      Piace a 1 persona

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: