la pedagogia oncologica nella lotteria dei linfonodi…

Essere una pedagogista aiuta a non dover pagare una pedagogista, per il resto affronto gli eventi della vita con le risorse interne di cui dispongo che unite a quelle di mio marito ci consentono di gestire la lotteria dei linfonodi, restando equilibrati e sereni di fronte al risultato di ogni esame diagnostico eseguito da Fabio.

Ogni mattina trascorsa in uno dei reparti idonei per approfondire i sintomi e le evidenze diagnostiche, rappresenta la stessa attesa coi numeri in mano di chi spera che esca fuori la sestina vincente per cambiare la vita con una somma enorme.

Nel nostro caso ci accontentiamo di perdere nel computo dei valori clinici riconducibili alla natura di una infezione contro la quale i linfonodi stanno reagendo, oppure per comprendere che tipo di agente si è attivato in assenza di una infezione conosciuta ed in presenza di più aree con dei linfonodi re-attivi.

Stamani sono emersi altri linfonodi nelle ascelle, oltre a quelli evidenziati qualche settimana fa, parlando con gli specialisti ne è giunto uno con una esperienza militare che, sapendo Fabio aver passato del tempo in aeree belliche e post belliche negli anni  novanta e nel 2007, ha ipotizzato che quei sintomi in assenza di una infezione nota ed in presenza di febbricole, sudorazioni e pruriti, sono potenzialmente compatibili con l’ipotesi di un linfoma di Hodgkin, assai diffuso proprio in chi è stato esposto a radiazioni o all’uranio impoverito.

Con mio marito abbiamo deciso di affrontare insieme ai medici ogni scenario, sia per valutarne i contenuti diagnostici che per organizzare il futuro a breve termine, atteso che non siamo una Famiglia strutturata come quelle che possono prendersi dei permessi per malattia o esenti dal ticket.

Relativamente alla ipotesi della presenza di un tumore, prendiamo atto dai risultati odierni che, ad oggi, non ci sono evidenze diagnostiche in tal senso; di ipotesi se ne fanno sempre restando ben radicati ai dati di fatto, compresi quelle febbriciattole alternanti, la sudorazione, i pruriti ed i linfonodi prima al solo inguine ora anche alle ascelle, ma non parliamo di una malattia oncologica al momento e speriamo naturalmente di non farlo mai.

Educare me stessa e la mia famiglia contro le ipotesi catastrofiche che, per quanto equilibrata, sorgono e affronto, richiede la coscienza del qui ed ora di cui tanto parlo in questo Blog, della realtà dei fatti attuali quindi, senza costruzioni immaginifiche sia in senso positivo per rimuovere ogni timore che in senso negativo interpretando invece un sintomo come un dato certo.

Il qui ed ora che consente di restare equilibrati anche, dopo.

Osservo mio marito osservare gli altri malati oncologi già in servizio permanente effettivo, come li definisce Fabio, non ci mancano i ricordi dei nostri rispettivi padri morti per tumore; osservo quindi mio marito essere ben cosciente dello scenario negativo laddove dovesse presentarsi e ben consapevole della realtà attuale fortunatamente ben lontana.

Ci educhiamo quindi per formarci ad ogni evenienza, accompagnati dai nostri tre figli ai quali offriamo il giusto confronto compatibile con le loro capacità di capire gli eventi che “annusano” e che non possiamo nascondere, perchè un Padre che vomita sangue una volta è un caso, più volte è un Padre che vomita sangue e non più un caso e vivendo in un monolocale non è facile nasconderlo.

Il gioco rimane la nostra risorsa, anche fra noi adulti, specialmente quando sai che a tuo marito hanno appena fatto un esame dall’urologo per il controllo della prostata, marito al quale appena rientrato a casa farai trovare un dolce a forma di enorme guanto, da esplorazione.

Ridere è una risorsa, che può offrire le risorse per ridere…

Sara


torna alla home page 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...